• Cipolla di Montoro   13 febbraio 2019
  • Cantine Di Marzo a “OFFICINA DEI SAPORI”   12 febbraio 2019
  • GOLUBZI  
  • KLANG   
  • Viaggio tra i sapori, la Quinta Tappa DEGUSTI’   11 febbraio 2019

La Volpe Pescatrice

Il casone nel verde e dalla vista mozzafiato sul mare, li ha avvicinati alla coltura dell’orto, della vigna, dell’ulivo, per cui una passione in crescendo quella di Giovanni Madonna e della moglie Antonella Bozzaotra, che curano con attenzione, vecchie colture e ne sperimentano di nuove come quelle dello zafferano, stimolati dalle ricerche della Comunità Montana dei Monti Lattari, che da qualche anno già coltiva lo zafferano all’ombra delle pergole di vite della Costiera Amalfitana, oltretutto con ottimi risultati.Nel 2010 nasce l’azienda agricola “La volpe pescatrice”, Giovanni ed Antonella decidono ad agosto di piantare 1500 bulbi tuberi crocus-sativus da cui in novembre raccolgono gli stimmi e li lasciano essiccare. Nel 2011, zafferano alla mano, circa 35 gr pensano di utilizzarlo per un prodotto che esprimesse in pieno il territorio, per cui contattano un pastore casaro di Tovere (frazione di Amalfi) e gli propongono di produrre con il latte delle sue 70 pecore, un formaggio allo zafferano.

Da qui inizia l’innovativa produzione del ”Casone” formaggio pecorino allo zafferano di Furore, una produzione limitata quanto unica, solo 100 forme prodotte sia con il latte dei pascoli primaverili che con quello dei pascoli autunnali, quindi delicatamente diverse nei sentori e sapori, ma accomunati dal pregio donato dalla ricchezza della macchia mediterranea dei pascoli sui Monti Lattari. Il formaggio dalla pasta di un bel giallo…zafferano, dal sapore forte e delicato è in commercio semistagionato, ma qualche caciottona è stata lasciata per una lunga stagionatura e tra non molto si potrà assaggiare questo formaggio “riserva”.

Trovo ammirevole impegnarsi in primis per parlare del proprio territorio, il pecorino “Casone” con il suo caldo colore, la peculiarità dei profumi e l’indiscussa tipicità del gusto, esprime pienamente la terra di Furore che chiede tanto, ma che paga ogni fatica, vestendosi di unicità.

KLANG .

di Lavinia Martini  A Roma, precisamente in uno stabile del Pigneto, ha aperto Klang, nelle intenzioni di Cristiano Latini, suo giovane fondatore e creatore, un luogo dove le cose “accadono”, uno spazio dove ospitare una comunità fatta di sognatori ...

read more

CANTINA SAN MICHELE-APPIANO.

di Mario Stramazzo Classificarlo come vino da dei non è affatto fuori logo. Si tratta di un vino di nicchia, per palati appassionati dai palati esigenti ma capaci di di gustare con ognuno dei sensi propri del genere umano. Appius 2014, nasce dalle miglio ...

read more

Gastronomix.

TORINO –  ‘Gastronomix’, dal 18 al 23 febbraio tra Ivrea (Torino) e Costigliole d’Asti. Un festival enogastronomico con chef, stellati ed emergenti da tutta Europa, e sommelier, vini doc e docg e prodotti dop, come il Riso di Baraggia ...

read more

“GRECO DI TUFO, ORO d’IRPINIA”.

Nell’ “Anno nazionale del turismo lento”, anche l’Irpinia, cuore della Campania nonchè una delle province più belle d’Italia, prepara la promozione turistica del suo territorio su più fronti insieme ad Istituzioni, Enti ed associazioni, p ...

read more

Leave a Comment